PPC 6 novità per il 2022

Quando s’inizia parlare dei PPC (Pay Per Click) vi sono alcune cose che vanno considerate: le fonti, il modo in cui si antepone un messaggio, e come il tutto può essere applicato sulla strategia di Marketing odierna. Il PPC è una strategia ormai antica, ma che può sempre essere rinnovata, a seconda degli obiettivi che si ha per il proprio sito: per questo però si può sempre creare qualche nuova tattica. Per questo, ci sono delle evidenti novità per quest’anno.

Cominciamo perciò a descrivere quali sono le novità che concernono il PPC e come si può tornare a renderlo uno strumento adeguato.

Sfruttare più canali pubblicitari in maniera uniforme

Il PPC è utile quando un certo numero di persone cliccano lo stesso link, ma ovviamente è difficile renderlo efficace nel 2022. Questa, è almeno la logica d’una volta: adesso, avere più indirizzi che convergono ad un singolo sistema può essere la soluzione adeguata (limiti permettendo). I social network vanno ancora molto forte, ma soprattutto certi siti riescono a far più colpo di altri. Questo è dovuto naturalmente all’esistenza di Instagram e TikTok, il quale possono offrire una valida soluzione all’ormai antiquata soluzione offerta dal normale PPC.

Rendere i Cookie First-Party più importanti

Anche se al giorno d’oggi bisogna tenere d’occhio le richieste d’informazioni e come si sfruttano tutte le eventuali preferenze di ogni utente per i nostri fini commerciali, per avere delle prestazioni adeguate sul PPC è davvero necessario invece fare in modo di aumentare questa piccola quantità di Cookies che sono necessari per la navigazione. Anche se è un equilibrio difficile da ottenere, dei Cookies più dettagliati possono offrire un apporto sufficiente per la funzionalità adeguata dal PPC.

Organizzare gli annunci secondo gli standard moderni

Come già detto, siti come TikTok ed Instagram sono sempre in continua salita. Ma non mancano naturalmente i vari siti che trattano Podcasts o tutto ciò che si connette alla realtà virtuale. Tutti questi aspetti e piattaforme vanno organizzati per funzionare in maniera più adeguata con il PPC, il quale in un modo o in un altro possono offrire un adeguata quantità di click se il video o il contenuto viene offerto nella maniera giusta. Un buon mezzo per aggiornare i PPC sono le RSA, gli annunci di ricerca reattivi, il quale può interagire con quel che l’utente sta cercando sul momento.

Una buona implementazione della Intelligenza Artificiale

Visto che abbiamo appena parlato delle RSA, va anche detto che l’automatizzazione e il contributo che può dare un’intelligenza artificiale sufficientemente programmata è particolarmente prezioso. Un link PPC è necessario che non si dimostri tale, ovvero che l’utente è bene che non sappia che sta cliccando su un link di questo genere. Grazie alle IA e alle varie opzioni automatiche, si può fare in modo di non solo celare questa natura, ma anche di eliminare tutto ciò che l’utente trova di fastidioso in un indirizzo di questo genere.

Adattare il tutto anche alle piattaforme Mobile

Ovviamente nel tempo anche gli Smartphone si sono fatti sempre più esposti alla rete, tanto che appunto vengono considerati una delle priorità più alte con il quale bisogna organizzare e preparare un sito web. Il PPC è fondamentalmente basato sulla navigazione tramite PC, ma non bisogna comunque dimenticare ciò che può offrire un cellulare alla navigazione sul sito del nostro Business.

Infine, la combinazione di parole che davvero danno il massimo

L’automatizzazione può davvero essere utile, e mantenere il tutto puntato agli Smartphone può offrire la soluzione finale alle nostre preoccupazioni sul PPC – ma ovviamente adesso siamo in un’era dove l’ioT (Internet Of Things) è talmente vasto che bisogna organizzare il PPC per essere rilevato, sfruttato a dovere, e non cestinato automaticamente da certi sistemi che non sanno giudicare la natura del collegamento. Per questo un buon sistema di parole chiave è particolarmente necessario.

Tagged : / /